BROKER IBROKER – il broker spagnolo – la nostra opinione

Che cos’è Ibroker?

Ibroker, broker spagnolo specializzato nei derivati, è membro di Eurex e Meff e si presenta con un gruppo di consulenti e professionisti con molta esperienza alle spalle.

il broker quindi, nato in spagna, ormai è da diversi mesi che è operativo anche in Italia.

Di che cosa parliamo oggi?

Sicuramente ci sono alcuni elementi cardine da considerare per parlare di un broker:

Autorizzazioni e regolamentazioni:

ogni broker deve essere regolamentato dall’autorità internazionale e locale per quanto riguarda le transazioni, la sicurezza delle operazioni e la completa legalità del suo operato. Questo per garantire la massima serietà a tutti i trader.

Piattaforma:

il tipo di piattaforma che viene utilizzata è fondamentale per valutare la sua velocità e rapidità di esecuzioni delle singole operazioni, soprattutto per chi opera molto intraday;

Mercati in cui opera:

certo è che se il broker opera in differenti mercati, questo ci permetterà di avere un ottimo ventaglio di possibilità davanti a noi e potremo scegliere come diversificare il nostro investimento;

Spread e commissioni:

certo è che se lo spread si mantiene basso, evitiamo di vedere il formaggio mangiato dal topo e questo ci permette di portare a casa il nostro profitto;

L’azienda opera con licenza rilasciata dalla CNMW, l’equivalente della Consob in Spagna.

Qui trovi l’ultimo articolo scritto sul Broker Pepperstone, leggi subito.

Questo ci garantisce che non sia una truffa, trattandosi di un broker che opera con autorizzazione dell’ente preposto dove ha la sede legale, nel rispetto delle normative europee.

Le piattaforme utilizzate da Ibroker sono due, Ibroker Webtrader e Tradeview. Non sono di certo le migliori sul mercato. Ve ne sono altre di certo più innovative e veloci.

Per quanto riguarda i mercati su cui opera, ci sono:

Forex, che è il mercato più utilizzato dove è possibile effettuare operazioni con le maggiori coppie di valute.

Le Azioni:

Mercato importante, con i migliori titoli EU e USA e tanti altri.

Materie prime:

mercato che non è considerato importantissimo ma dove si possono effettuare operazioni sull’oro, argento, rame, gas naturale, petrolio e brent.

Indici:

sono pochi gli indici su cui è possibile effettuare operazioni, 10.

Futures e derivati;

Per quanto riguarda lo Spread, possiamo dire che per le valute, si mantiene molto basso, soprattutto se si vanno a vedere le coppie di valute più scambiate EUR/USD, GBP/USD e USD/JPY.

Diversamente, dando un’occhiata alle commissioni, troviamo un sistema con un conteggio a sistema di percentuale con un minimo.

Di solito uno tra i problemi principali dei broker sono proprio le commissioni. Di solito questo tipo di sistema è a favore di chi investe molto denaro.

Possiamo quindi dire che se vuoi investire piccole somme questo broker è sconsigliabile.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *